Ugo Bardi e il problema del Tafano

Pubblicato: 2010/10/15 in Clima
Tag:

Evidentemente troppo usa a frequentare l’ambiente di distributori di panzane come “La Repubblica”, l’Oca Sapiens/Sylvie Coyaud fantasizza su mie presunte allucinazioni visive, riguardo il fatto che Ugo Bardi/Effetto Cassandra stia focalizzando il suo blog un po’ troppo su un misero lettore e commentatore come me, invece che su argomenti piu’ degni.

Eppure basta un po’ di Google per raccogliere le esternazioni del Nostro riguardo il Vostro. Proviamoci:

Veramente, i negazionisti climatici si sono ridotti a battutine sceme tipo “non sapete leggere l’inglese”. Davvero squallido; il problema è che trovano sempre qualche fesso che gli da retta

Comunque, è vero che lo stile del commento dell’anonimo suona molto vicino a quello del classoico Tafano climatico, ovvero Morabito. Forse dovrei bloccare i commenti anonimi, ma per ora lasciamo perdere

Beh, senza offesa per i tafani in generale, sembra effettivamente che le loro competenze di inglese non siano gran che.”

Il 05 maggio 2010 alle 22:57, sembre Bardi scrive:

Comunque, questo tafano deve essere stato ibridato con un troll in qualche laboratorio…..

Bardi il 06 maggio 2010 alle 10:23:

I tafani, secondo me, sono bestie brutte e antipatiche che abbondano, per esempio, in vicinanza degli allevamenti di cammelli in Medio Oriente

c’è tutto uno spettro di gente che va dai negazionisti più rozzi, tipo quelli che scrivono “Ebreo” sotto le foto di Michael Mann a quelli che si presentano con aspetto soave e civilizzato; tipo, da noi, il tafano climatico

Beh, non mi aspettavo che i tafani avessero un senso dell’umorismo e questo commento me lo conferma

  • Blog di Bardi “Mentre noi chiacchieriamo“. Bardi mette un link a un mio commento, questa volta nel testo del blog (12 ottobre 2010):

“c’è ancora chi si gratta la testa su messaggi di posta elettronica vecchi di 10 anni”

Bardi commenta il 12 ottobre 2010 alle 18:54, rispondendo al mio invito a non dedicare il suo blog a discutere della mia persona:

Bravo Morabito, anche quando appari con il tuo vero nome ti comporti con l’intelligenza e la finezza di un vero tafano. Riesci a ronzare dando fastidio a tutti, senza mai dire qualcosa di concreto

Continua poi il 13 ottobre 2010 alle 22:19, quando faccio notare come pure l’Oca non possa esimersi dall’inserire commentini su di me:

Ci godi a pensare che tutti si occupino di te, vero? Beh, continua pure a ronzare, se ti diverti

Dulcis in fundo, di nuovo Bardi mi nomina in un altro commento, datata 14 ottobre 2010 alle 22:31:

Lo so che non sei Morabito; lui è troppo vanitoso per presentarsi sotto falso nome🙂

Non penso di aver bisogno di prove ancora piu’ preponderanti, anche perche’ i tentativi miserandi di Bardi di spostare il discorso su di me piuttosto che rispondere alle mie critiche ai suoi ragionamenti quando campati in aria, quei tentativi capitano praticamente tutte le volte che mi permetto di scrivere quelle critiche: al punto da evocare reazioni al limite del pavloviano, come si vede nell’ultimo commento della serie. Comunque per essere chiaro al 1000%:

  1. Degli insultini vari con i quali il Bardi imbratta il suo blog nel vano tentativo di colpire un lettore e commentatore come me, non me ne potrebbe importare meno. Il suo blog e’ “casa sua” e se la puo’ lordare come gli pare.
  2. Non “godo a pensare che tutti si occupino” di me. Infatti, se cosi’ fosse sarei ancora commentatore fisso dall’Oca, dove appunto avevo invece notato con disappunto come l’autrice avesse cominciato a nominarmi due giorni ogni tre. E notato quello, me ne sono andato.
  3. Me ne sono andato anche dal blog di Fratus, il creazionista che alle mie obiezioni ha risposto ricamando analisi a distanza sulla mia coerenza religiosa e filosofica.
  4. Se pero’ l’Oca e il Fratus possono essere un caso, il fatto che capiti di nuovo con il Bardi e’ notevole, e da’ da pensare. Fa anche il paio con anni di esperienze a commentare in vari blog cambioclimatisti in inglese, dove guarda caso spesso le “risposte” alle mie domande sono tiritere di insulti e sedute di telepsicanalisi

Bardi faccia quello che vuole. Ma se fra tutte le cose che succedono al mondo, il suo focus deve essere il sottoscritto, insomma, e’ come se Cassandra avesse perduto tempo a criticare l’ultimo pescatore del regno di Priamo: una cosa oltre ogni senso del ridicolo.

commenti
  1. PIERO IANNELLI scrive:

    Perdonatemi.
    Ma non ho tempo e parole da perdere col Bardi, di cui cito solo una sua frase dedicata a chi non si allinea alle sue eco-bufale per “DIPINGERLO”:

    “..Non gli viene da sputare nello specchio del bagno tutte le mattine appena alzati?..”

    Fonte:ugobardi.blogspot.com/2010/04/bugie-bugie-bugie.html

    Bene ritengo “chiuso” l’argomento Bardi.

    Veniamo invece a verificare quale “TRUFFA” si nasconde dietro questa apparente innocente bugia del “riscaldamento globale”

    Harold Lewis scrive:
    E’, naturalmente, la truffa del riscaldamento globale, con (letteralmente) migliaia di miliardi di dollari che la guidano, che ha corrotto così tanti scienziati, e ha travolto l’APS come un’onda anomala…
    FONTE:
    http://www.climatemonitor.it/?p=13202

    In perfetta “sintonia” al riguardo leggo:

    “..permettere al WWF ed ai suoi partners di condividere la vendita di crediti di emissione di anidride carbonica per un valore di 60 MILIARDI DI DOLLARI..”

    In ITALIA cosa bolle in “pentola”?

    ……Federparchi ed i parchi rappresentano per Legambiente e per i suoi dirigenti la più grande fonte di guadagno( anche personale) dei prossimi decenni. CENTINAIA DI MILIONI DI EURO..

    La parola magica è C.A.R.B.O.N – C.R.E.D.I.T

    I certificati di credito di emissione di CO2 un patrimonio enorme che i parchi possono vendere dopo averli acquisiti come conseguenza della piantumazione di alberi.

    Personaggi ed interpreti di questo grande affare:

    La CIR di Carlo De Benedetti insieme a Tubini a fondato “Giga” una società che acquista e vende Carbon Credit Internazionali . ( già acquistati per 60 milioni di euro da varie nazioni)

    LEGAMBIENTE è propietaria del 10% delle azioni di Sorgenia (Presidente onorario di legambiente Ermete Realacci , Alcuni membri della segreteria nazionale .Duccio Bianchi, Edoardo Zanchini, Nunzio Cirino Groggia, Andrea Poggi.

    Legambiente e Sorgenia insieme a tutte le industrie del settore energetico alternativo( e non) sono riunite in una “non profit” che si chiama Kyoto Club. (presidente Massimo Orlandi – Vicepresidente Ermete Realacci, Direttore Kyoto club service Mario Gamberale )

    Ermete Realacci e Duccio Bianchi posseggono il 25% della società s.r.l. Ambiente Italia Ricerche e servizi in Campo Energetico. (CCIAA Milano –REA 145656)

    Legambiente , Legambiente Lombardia, Kyoto Club e Ambiente Italia sono comproprietari della società s,.r .l. Azzero CO2 (CCIAA Roma REA 1137033) specializzata in compravendita di C.a.r.b.o.n C.r.e.d.i.t.( Amministratore delegato Mario Gamberale Vicepresidente Antonio Ferro, consiglieri Duccio bianchi; Andrea Poggio, Edoardo Zanchini,)

    Kyoto club e Federparchi fondano la onlus Parchi per Kyoto con il supporto tecnico di Azzero Co2. (Presidente Matteo Fusilli, Vice Presidente Massimo Orlandi, Consigliere Mario Gamberale, direttore comunicazione Antonio ferro)

    L’attenta lettura di quanto esposto porta a tre considerazioni:

    Il controllo di Federparchi garantisce la prosecuzione e la gestione negli anni di progetti di piantumazione in tutti i parchi e le aree protette Italiane.

    Ermete Realacci
    Ministro ombra del PD , Componente della Commissione Parlamentare Ambiente , Presidente Onorario di Legambiente, Presidente di Symbola, Vicepresidente di Kyoto Club, comproprietario di ambiente Italia e Azzero Co2 è titolare di un enorme e vergognoso conflitto di interessi.

    Legambiente non può più definirsi una associazione ambientalista.

    FONTE: http://www.inganno-ambientalista.it/content/view/181/2/

    /——————-/

    Allora questo “RISCALDAMENTO” ?
    Sarebbe il caso di chiarirlo!
    Augurandomi in tanti possano serenamente sputare negli specchi..

    Cordialmente

    PIERO IANNELLI
    — Segretario XI Municipio. ROMA “ La Destra ”—
    –“Resp. Per le aree tutelate e vincolate”–
    pieroiannelli@gmail.com -– N”.Cell.3398513962

  2. anon scrive:

    “cassandra” non mi piace non tanto per le tesi che difende quanto per l’atteggiamento paternalista, arrogante e saputello con il quale bolla il prossimo. Bardi si circonda di accoliti della sua stessa razza (probabilmente non tutti) e savonarolizza l’ambiente a partire dal titolo stesso del blog, se poi replichi pacatamente alle frecciatine o agli insulti (dando reiteratamente del fuori-di-testa) probabilmente non sapendo o non potendo fare di meglio, emana la “bolla che ti bolla” come troll.

    Va lasciato al suo destino, per sempre e con l’indifferenza che gli si deve una volta che gli si prende la misura.

    Ma alla fine, tutto questo insultare, ironizzare e citare da un blog all’altro sembra tanto un teatrino dove gli attori fanno del loro meglio per trattenere il pubblico, sembra quasi emergere una sinergia comune tra tesi e antitesi.

    Che sia la ricerca dei contatti?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...